Riserva Naturale Orientata di Pantalica & dell’Anapo

Il programma prevede una escursione all’interno della Riserva Naturale Orientata di Pantalica e del fiume Anapo. L’Anapo, già conosciuto dalle popolazioni dei Siculi e decantato dai poeti Greci, come il fiume invisibile. Questo ospita specie oramai rare come il Platano Orientale, il Granchio di Fiume, la Trota Macrostigma Sicula e l’Aquila del Bonelli. Il percorso tradizionale è quello della antica ferrovia che un tempo collegava Vizzini con Ragusa, ora divenuto uno splendido itinerario per gli amanti della natura, da compiere a piedi ed in bici. Ma non dimentichiamo il sito archeologico Pantalica, che dall’alto della sua magnificenza guarda il fiume invisibile e la sua valle. Pantalica con le sue 5000 tombe e divenuto sito UNESCO nel 2005.

Cosa include il tour: Servizio transfer e servizio guida

 

Informazioni e suggerimenti

Importante avere scarpe da trekking o da ginnastica, zainetto, kway e cambio indumenti, costume e asciugamano.

Programma e orari possono variare per condizioni avverse o forza maggiore

Riserva Naturale Orientata di Pantalica & dell'Anapo

Pantalica, è una località naturalistico-archeologica della provincia di Siracusa. Il nome del sito sembra derivare dall’arabo Buntarigah, che significa grotte, per l’ovvia presenza di molteplici grotte naturali e artificiali. Costituisce uno dei più importanti luoghi protostorici siciliani, utile per comprendere il momento di passaggio dall’età del bronzo all’età del ferro nell’isola. Nel 2005 il sito è stato insignito, insieme con la città di Siracusa, del titolo di Patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO per l’alto profilo storico, archeologico, speleologico e paesaggistico. I suoi percorsi di vario genere permettono a tutti gli escursionisti di poterla visitare.

 

L’Anapo dal greco Άναπος = invisibile, nasce nel territorio di Palazzolo Acreide dalle sorgenti poste sul Monte Lauro (mt. 990 s.l.m.) per la confluenza di numerose sorgenti per lo più di “contatto” e di portata ridotta. Dopo circa 40 km, attraverso le gole di Pantalica e tutta la suggestiva vallata che dal fiume prende il nome, scende verso Siracusa attraverso il Pantano Grande ora prosciugato, e si versa nelle acque del Porto Grande di Siracusa a fianco del Ciane, piccolo e breve fiume che, è conosciuto in tutto il mondo per il papiro che cresce spontaneamente lungo le sponde.

Cosa stai cercando?

Scrivi qui per trovare escursioni, pagine e altro